skip to Main Content

Rocco Caminiti nasce da Mietta direttrice della principale azienda della famiglia, la Casa di Cura Caminiti, una struttura che vanta un’attività centenaria e da Renato, illustre chirurgo cardiotoracico annoverato dall’autorevole rivista Capital tra i venti chirurghi toracici più valenti al mondo.

Il nonno di cui porta il nome è stato uno scienziato a tutto tondo, a cavallo tra il 1800 ed il 1900: parlava e scriveva in francese, inglese e russo, chirurgo generale ed ortopedico, professore di chirurgia all’università di Napoli, studioso di astronomia, scopritore di nuovi batteri, inventore di strumenti chirurgici.

Dal nonno e dal padre, Rocco Caminiti ha ereditato la passione e il rigore per la chirurgia, la sensibilità e la comprensione nei confronti dei pazienti, l’arte del sacrificio e del donarsi per il bene degli altri.

Già a 6 anni frequentava la clinica di famiglia entrava ed usciva dalla sala operatoria con il proprio piccolo camice bianco fatto su misura con cui visitava i pazienti nei loro letti dispensando già farmaci e terapie ( cosa che costrinse il padre ad assumere una persona che lo seguisse impedendo che potesse nuocere con questa pratica paurosamente pericolosa). La passione per la medicina ed in particolare per la chirurgia è sempre cresciuta negli anni: il regalo più bello passare una giornata in sala operatoria ad aiutare durante i numerosi interventi chirurgici del papà.

Per la prima volta a 17 anni, sotto stretta osservazione, incide con un bisturi la cute di un paziente per un intervento di rimozione di una cisti di grasso.

Negli anni universitari Rocco Caminiti si è avvicinato alla chirurgia plastica e soprattutto a quella estetica, frequentando assiduamente la sala operatoria soprattutto per interventi di chirurgia.

Proprio in quegli anni il padre Renato suo grande ispiratore, il suo grande amore, la sua anima viene colpito da una grave malattia che lo paralizza per quasi un anno, Rocco comincia a seguire un chirurgo che ha due specialità, una in chirurgia generale e l’altra in chirurgia plastica.

In questo modo Rocco assiste a sedute operatorie miste: prima una mastoplastica additiva e poi un tumore dello stomaco e così via. In questo modo nasce il grande amore per la chirurgia estetica.

Di lei ha subito amato la delicatezza, il rispetto dei tessuti, le manovre gentili ed i risultati ottenuti. Ha comunque continuato a seguire entrambe le passioni conseguendo la laurea in medicina e chirurgia nel 1997 anno in cui moriva il grande papà che, per pochi mesi, non ha potuto vedere il figlio diventare medico.

Nel 2003 la specializzazione in chirurgia generale e nel 2011 la specializzazione in chirurgia estetica convincono Rocco ad abbandonare definitivamente la chirurgia generale di cui conserva la rigidità delle procedure, l’approccio sempre garbato e attento verso il paziente, l’attenzione per i piccoli particolari, che alla fine fanno la differenza, per dedicarsi completamente alla chirurgia plastica estetica.

Oggi Rocco Caminiti oltre alle attività ambulatoriali in Milano e presso il poliambulatorio Mandracchia di Bergamo svolte presso lo studio Enka in piazza Ernesto De Angeli 1 è consulente di chirurgia plastica presso l’istituto di ricerca a carattere scientifico Galeazzi e presso Columbus Clinic Center e la storica casa di cura Caminiti oltre a numerosi day surgery in giro per la lombardia.

Back To Top